Con il lancio dei work programme 2016 – 2017 in Horizon 2020, sono state lanciate le call dello strumento per le piccole e medie imprese, che finanzia in fasi distinte studi di fattibilità per prodotti, idee e servizi innovativi (fase 1, contributo in forma di lump sum pari a 50000 Euro), oppure grandi progetti pilota per lo sviluppo in prospettiva di go to market di tali prodotti e/o servizi (fase 2, progetti elaborati con budget da 500000 a 2,5 milioni di Euro). Le scadenze sono molteplici.

Per le fasi 1 le scadenze per presentare progetti saranno: 24 febbraio, 3 maggio, 7 settembre, 9 novembre

Per le fasi 2 le scadenze per presentare progetti saranno: 3 febbraio, 14 aprile, 15 giugno, 13 ottobre

Sia per la fase 1 che per la fase 2, Ci sono calls in 13 differenti topics transettoriali:

  • innovazione dirompente nelle ICT,
  • manufactoring avanzato,
  • ricerca e sviluppo in ambito spaziale,
  • supporto alle PMI in campo biotecnologico,
  • supporto alle PMI in campo biotecnologico sanitario,
  • introduzione sul mercato di soluzioni innovative per l’ambient assisted living,
  • ricerca e sviluppo in ambito sicurezza,
  • nuovi modelli di business per orizzonti sociali inclusivi,
  • supporto al potenziale di business per le PMI in ambito climatico, ambientale, materie prime e efficientamento delle risorse,
  • ricerca e innovazione nelle piccole imprese per la mobilità nelle smart cities
  • supporto allo sviluppo, sfruttamento e replicazione sul mercato di soluzioni per la “crescita blu”
  • stimolo alle imprese per i settori agricoltura, foreste, agri-food e bio
  • stimolo al potenziale innovativo delle PMI in ambito di efficientamento energetico e a basse emissioni di carbonio

Segue il work programme integrale contenente queste calls: WP 2016 2017 INNOVATION IN SMEs